Varese, inizio rimandato. Rischio porte chiuse, ecco i motivi

Le prime due giornate programmate per mercoledì 10 e sabato 13 Luglio, non si terranno. Come riferisce il DM in oggetto, le prime due giornate sono state spostate in Agosto e Settembre. In teoria si dovrebbe iniziare il 17 Luglio. Da stabilire se a porte chiuse o no. Si, perchè la motivazione dello spostamento risiede proprio nella necessità di promuovere le corse al pubblico, e non rimanere a porte chiuse come si evince dallo stralcio del Decreto che abbiamo pubblicato qui sotto a firma del direttore generale Remo Chiodi, che ha ridefinito il calendario delle corse spostando al 24 agosto la riunione prevista per il 10 luglio, e al 10 settembre quella prevista per il 13 luglio.

La necessità è quella di correre si, ma non a porte chiuse. Fatto che potrebbe avvenire tranquillamente anche domani. Ma proprio perchè correre a porte aperte rientra nella linea con il dettato normativo e la promozione delle corse a porte aperte, è stato concesso più tempo per cercare di risolvere i problemi relativa all’agibilità che dovrà essere conferita dal comune. Le questioni in ballo riguardano soprattutto una delle tribune, ritenuta non idonea all’accoglimento del pubblico.

Alla base della decisione c’è il verbale della Commissione comunale di vigilanza sui locali e impianti di pubblico spettacolo del 28 giugno scorso, secondo cui «la certificazione antincendio non risulta corretta, il piano di emergenza non è corredato dai nominativi addetti e la documentazione ai sensi del DM 07.08.2012, D.M. 18/03/1996 e D.P.R. 151/2011, per il quale deve essere presentata Scia (segnalazione certificata di inizio attività) antincendio e asseverazione con tutta la necessaria documentazione, è incompleta».

Una situazione che non consentirebbe l’apertura al pubblico della stagione di corse 2024 all’ippodromo di Varese.

By Redazione

Related Posts