Storie: Darius Racing Über Alles. Dieci domande a Holger Faust. Tutto sulla scuderia tedesca

Al termine di una giornata, l’ennesima, trionfale per la Darius Racing in Italia, abbiamo voluto intercettare il punto di riferimento della scuderia tedesca con la giubba verde e rosa, che spesso e volentieri scende in Italia colpendo a ripetizione, nelle corse di Gruppo. Lui, Holger, è il ragazzo con il voluminoso ciuffo biondo che sovente fa capolino nei nostri impianti nelle giornate di Gran Premio. Nato il 14 Febbraio del 1982, ha 42 anni ma grande esperienza nelle corse dei cavalli. È figlio di Bruno e Michaela, che da Francoforte sono stati i fondatori nei primi anni 90 del Gestut Karlshof, dai grandi risultati. Qui in Italia ricordiamo la vittoria di Sortilege nel Lydia Tesio, ma non solo. Da quella storia è nata la Darius Racing. Ma come è composta questa scuderia, la Darius Racing, da chi è formata e quali sono le ambizioni. Abbiamo raggiunto Holger con il quale abbiamo fatto una piacevole chiacchierata.

La formazione vincente del 141^ Derby Italiano

La Darius Racing ha vinto, secondo i dati Racing Post, 36 corse Stakes, di cui 24 a livello di Gruppo. Ben 4 G1 (2 Derby tedeschi, 2 Preis Von Europa), mentre in Italia le vittorie sono state 11 in corse Stakes: Nel Derby Italiano (2 volte con Ardakan e Borna), Vittorio Di Capua (Rubaiyat), Premio del Jockey Club (2 volte con Donjah e Sisfahan), Gran Criterium (Rubaiyat), Premio Guido Berardelli (Ardakan, Sirjan, Isfahani), Premio Ribot (Rubaiyat), Filiberto (Pirouz). I dati potrebbero essere incompleti, ma quasi certi. Ecco le 10 domande:

  1. Come è nato il team Darius Racing? Darius Racing è stata fondata nel 2014. Il proprietario della Darius Racing, il Dr. Stefan Oschmann ed io ci siamo conosciuti nel 2013 al Gestüt Karlshof e abbiamo iniziato a lavorare insieme. Un anno dopo nasce Darius Racing.
  2. Da chi è formato? Il Dr.Stefan Oschmann e la sua famiglia sono i principali proprietari e quasi tutti i cavalli sono di loro proprietà al 100%.
  3. Che ruolo ha Holger Faust e chi sono gli imprenditori che hanno investito nel team? Io sono il manager della Darius Racing. Il dottor Oschmann ed io ci sentiamo al telefono quasi ogni giorno e facciamo progetti e programmi per i cavalli.
Nella foto Holger Faust, manager della Darius Racing

4. Quanti cavalli ha la Darius Racing? Darius Racing ha sempre circa dieci cavalli in ogni annata. Acquistiamo i cavalli presso BBAG Sales a Baden Baden e alcuni presso Arqana Sales a Deauville. Quindi ci sono sempre circa 20 cavalli in training. I cavalli sono sempre sul mercato e di solito li teniamo solo fino alla fine dei 3 anni. Se non vengono venduti prima, in autunno mettiamo i cavalli nelle vendite HIT o fattrici. Abbiamo anche due stalloni Isfahan e Rubaiyat al Gestüt Ohlerweiherhof in Germania e Isfahan è un ottimo stallone, se vuoi allevare buoni stayers per le lunghe distanze. Acquistiamo puledri in grado di esprimere il meglio a 3 anni. Il nostro obiettivo è avere cavalli per le Cclassiche ogni anno.

5. Quali sono gli obiettivi? Cerchiamo sempre di fare cose le cose che ci riescono meglio e quelle che hanno avuto successo. Ogni volta cerchiamo di migliorarci, ancora ed ancora una volta di più. E proviamo a fare le cose meglio, se crediamo di aver sbagliato prima.

Darius Racing, una scuderia importante

6. Quali sono le regole che usate per rinnovare l’ambizione ogni anno? Quali le modalità di acquisto? Compriamo i cavalli giovani che hanno il pedigree gradito al Dr. Stefan Oschmann e hanno il tipo fisico che piace a me. Stiamo cercando di acquistare cavalli con un buon rapporto qualità-prezzo. Ecco perché per noi il BBAG di Baden Baden è il posto migliore in cui investire.

7. Perché così spesso in Italia? Cosa pensi di questo paese? Poiché Milano e Roma sono piste regolari con 800 metri di dirittura, di solito vincono i cavalli migliori e le corse non sono così tattiche come accade in Francia o talvolta in Germania. Io amo l’Italia. Il paese più bello con il miglior cibo d’Europa e persone molto gentili. E Roma è anche la migliore città d’Europa, è un po’ lontana dalla Germania e c’è molta strada da percorrere per i cavalli, ma è per questo che il tempo è molto migliore (sorride).

8. Qual è l’ambizione futura di Darius Racing? Nel breve periodo ci piacerebbe vincere le Oaks d’Italia con Isfand quest’anno e speriamo in tutto il meglio per Borna nel Derby tedesco. Non pensiamo troppo avanti e ai prossimi cinque anni, andiamo sempre passo dopo passo, gara dopo gara. I cavalli sono animali, non automobili, non si dovrebbe mai dimenticare.

9. Con quali allenatori lavorate prevalentemente? Lavoriamo sempre con cinque Allenatori: Henk Grewe, Bohumil Nedorostek, Markus Klug, Andreas Wöhler e Waldemar Hickst. Si tratta di un buon numero, sono tutti bravi allenatori e questo facilita il lavoro, c’è coesione e collaborazione.

Nella foto Stefan Oschmann, Holger Faust ed Henk Grewe

10. Qual è il tuo rapporto con i jockeys italiani. Molto spesso vengono ingaggiati dalla Darius: Ho un lungo e buon rapporto con i fantini italiani. Ho conosciuto Mirco Demuro 16 anni fa e siamo diventati amici, Cristian Demuro allora era un ragazzino. E grazie a Mirco ho iniziato a guardare sempre più corse italiane. Ho portato Mirco e Cristian in Francia e mentre Mirco si è trasferito in Giappone, Cristian è diventato un fantino top, una superstar. Penso che i fantini italiani siano i migliori al mondo. Lanfranco Dettori, Cristian Demuro, Mirco Demuro, Antonio Fresu ora alla conquista degli USA, Umberto Rispoli, Andrea Atzeni e ancora in Italia Dario Vargiu e Dario Di Tocco, davvero un numero incredibile di fantini ed artisti di altissimo livello.

Holger Faust e Dario Vargiu, hanno vinto il Derby tedesco insieme
By Gabriele Candi

Related Posts