Stephen Power, o lo ami o lo odi. Ecco il documentario del blogger ippico più controverso

Molti di voi sanno già di chi stiamo parlando, ma in caso non aveste ancora fatto la sua conoscenza questo è il momento giusto per farlo. Stephen Power è uno dei blogger ippici più famosi nel mondo. Le sue gesta non sono passate mai inosservate ma in generale, come avviene spesso nelle isole britanniche, è uno dei personaggi più controversi nel mondo delle corse. Sui social si è l’autoproclamato “Racing Blogger”. 

Stephen è passato dall’oscurità totale ad accumulare fino a 120.000 follower su Twitter in breve tempo. La sua ascesa non è stata priva di polemiche, il suo stile super sicuro di sé ha attirato, a volte, una violenta reazione da parte di alcuni ambienti sui social media, oltre alla sospensione temporanea del suo account. Alcuni ippodromi, inizialmente, hanno anche osteggiato e bloccato i suoi video. Nonostante le battute d’arresto che sta affrontando imperterrito, ne è uscito sempre rafforzato.

Ma chi è Stephen Power? Un ragazzo inglese, tifoso dell’Arsenal (come Frankie Dettori) che vive la sua vita come tutti noi appassionati di ippica vorremmo. Viaggia attraverso tutti i grandi meeting mondiali, scommette gli stramassimi con una discreta fortuna, beve, gioca, si allena, filma i momenti importanti delle grandi corse, esulta, grida e intervista anche personaggi di alto spessore. Questi giorni, ovviamente, è a Cheltenham.

Non sarà il massimo per qualcuno, altri lo seguono con simpatia, altri lo considerano un erede del celebre John McCririck, ma di sicuro un giorno verrà ricordato soprattutto perchè attraverso il suo modo di vivere l’ippica ha attirato interesse ed acceso un riflettore ulteriore sul nostro sport. Vabbè, ve la facciamo breve. Speriamo un giorno venga a documentare anche qualche meeting italiano e che continui in qualche modo a far proliferare seguaci del nostro sport. Qui sotto il documentario autoprodotto pubblicato qualche giorno fa sui propri canali social.

By Gabriele Candi

Related Posts