Stefano Cherchi, ore di angoscia a Camberra. Arrivano i parenti

Sono stazionarie le condizioni di Stefano Cherchi, coinvolto in una terribile caduta mercoledì in Australia e ricoverato all’ospedale di Canberra. Ancora poche le informazioni in nostro possesso, ma si sa che Stefano è stato indotto in coma farmacologico, ed è ancora ricoverato in terapia intensiva a causa di una emorragia cerebrale. Necessarie almeno 72 ore per avere un quadro più chiaro dal momento che ha un ematoma che si deve riassorbire.

Emergono anche le prime indicazioni sulla dinamica di chi ha visto il video della caduta, prontamente cancellato dalle piattaforme australiane. In una corsa sui 1600 metri era stata superata metà gara quando, improvvisamente, il cavallo sui cui viaggiava Stefano (Hasime) è crollato a terra ed è stato travolto dagli altri due che sopraggiungevano alle sue spalle e cioè Jeff Penza su Epic Statement e Dunjenni, con in sella Shaun Guymer. Stefano è stato curato per un’ora in pista prima della stabilizzazione e del trasporto urgente in ospedale.

A farne le spese è stato, appunto, il jockey italiano che proprio qualche giorno fa aveva festeggiato la prima vittoria nel nuovo paese. Nel frattempo i familiari sono corsi al suo capezzale, ed in particolare Brittany Fallon, la sua fidanzata, che lo ha raggiunto nelle ultime ore. Qui sotto anche un tweet di Julie Wigan, la moglie di Kieren Fallon.

A breve arriveranno anche i genitori che, oltre all’angoscia dello stato di salute del figlio, hanno dovuto superare alcuni ostacoli amministrativi per l’ingresso in Australia, in un viaggio lunghissimo.

Tutte le nostre preghiere sono per Stefano. Forza ragazzo!

Appena arriveranno altre informazioni le renderemo note.

Stefano Cherchi, classe 2001 originario di Mores, si trova in Australia da qualche mese e stava portando avanti con entusiasmo questa nuova esperienza, che lo ha visto protagonista di vittorie e piazzamenti nell’ultimo mese.

By Gabriele Candi

Related Posts