Stefano Cherchi, le speranze e le preghiere

Preghiere e speranze. Stefano Cherchi da 8 giorni è ricoverato in terapia intensiva a Canberra a causa di una caduta terrificante in cui è stato coinvolto, ma ufficialmente non esistono bollettini medici che diano aggiornamenti chiari sulla situazione. La nostra redazione ha provato a contattare amici vicini alla famiglia del jockey italiano e le uniche notizie che siamo riusciti ad avere nei giorni scorsi, pur rispettando la riservatezza della famiglia, riguardano una situazione stabile ma non ancora evoluta ne in positivo ne in negativo sulla salute del ragazzo.

Le uniche informazioni che ci giungono sono relative ad un coma indotto rimasto tale, con parametri vitali buoni per tutto il corpo ma non per la testa che avrebbe subito i danni maggiori ma la cui entità è ancora da comprendere. Passano i giorni e la situazione resta sempre la stessa, in attesa di un risveglio dal coma. Ci vuole un miracolo.

Intanto da lui sono arrivati i genitori che non lo hanno mai lasciato solo e la fidanzata Brittany Fallon, la prima ad arrivare in Australia. Due giorni fa, nel giorno del suo compleanno, anche Andrea Atzeni, di base ad Hong Kong, ha preso un aereo per stare vicino al giovane collega.

Intanto alcune iniziative, spirituali e non, sono state messe in piedi. Giovedì 28 marzo, Giovedì Santo, alle 18:00 (ora italiana) nel Santuario di Sant’Ignazio da Laconi a Cagliari i frati chiederanno il miracolo per il nostro Stefano al Beato Fra Nicola da Gesturi. La diretta sarà trasmessa qui: https://www.cappuccini.tv/it/.

È stata promossa anche una raccolta fondi che trovate a questo LINK.

Forza ragazzo, forza..

By Redazione

Related Posts