Speciale Derby: Fratelli classici, quali nel Derby? Bateau Blanc sulle orme di Tokyo Gold

Fratelli campioni. Nella storia dello sport è piuttosto comune che dei fratelli ottengono successi nella stessa disciplina. Giusto per fare qualche piccolo esempio ci sono Jackie e Bobby Charlton campioni del mondo nel 1966, i Marquez nel motociclismo, i fratelli Abbagnale nel canottaggio oppure i Klitschko nella Boxe, ma poi c’è anche chi non è stato in grado di reggere l’onere e l’onore del nome come Hugo Hernan Maradona, tanto per dirne uno.

Nell’ippica la questione è un po’ diversa, e se di fratellastri vincitori di Derby europei ce ne sono molti (una trentina all’incirca) i fratelli pieni è una cosa abbastanza rara soprattutto negli anni successivi alla grande guerra. Nella Gran Bretagna è una cosa che non si ripete ormai dal 1900 quando Diamond Jubilee (St Simon) imitò, quattro anni più tardi, il fratello Persimmon, entrambi figli di Perdita (Hampton). Nella storia dell’ippica francese, invece, è successo una sola volta quando Gambetti (Young Emilius) e Amalfi, figli di Tarantella (Trump) vinsero il Prix Du Jockey Club rispettivamente nel 1848 e 1851. In Irlanda sono stati quattro e l’ultima volta è abbastanza recente rispetto ai primi due esempi. Ribocco nel 1967 e Ribero nel 1968 vinsero l’Irish Derby ed entrambi erano figli dell’immenso Ribot (Tenerani) con mamma Libra (Hyperioen). Abbastanza recenti, dicevamo, ma non così contemporanei come in Germania quando Scarina (Old Vic) ha generato Samum (Monsun) e Schiapiarelli che vinsero entrambi il Deutsches Derby nel 2000 e 2006, unica volta nella storia del paese.

Nel belpaese è successo in tre occasioni a partire da Filiberto (Andred) che replicò un anno dopo la vittoria del fratello Carl Andrea del 1887, entrambi figli di Picciola (Ellington), e poi è stata la volta di Doralice e Rabicano ancora figli di Andred (Blair Athol) con mamma Sangarre (Mars). Agli inizi del ventesimo secolo Giottina (Galeazzo) ha prodotto due fratelli pieni vincitori di Derby ed entrambi nati da Signorino (Best Man) come la femmina Gianpietrina nel Derby del 1917 e Ghiberti in quello del ’20

Ma la storia è dalla parte della leggendaria Fausta (Spearmint) che nella sua carriera agonistica vinse il Derby e poi le Oaks del 1914 per il Senatore Federico Tesio per poi rendersi autrice di un impresa forse mai più realizzabile da fattrice. Fausta, infatti, è riuscita a dare alla luce ben tre Derbywinner grazie all’incrocio con Signorino, come Meissonier nel 1919, Michelangelo nel 1921 e Melozzo Da Forli 1922.

Tutto questo per dire che tra i protagonisti del 141° Derby Italiano di galoppo ci sarà Bateau Blanc (Kendargent) fratello del Derbywinner Tokyo Gold entrambi figli dell’italianissima Biancarosa (Dalakhani) vincitrice di Repubbliche Marinare 2009. Stesso manto, stesso trainer, stessi colori, stessa monta e stesso Valeur precorsa del fratello.. manca solo un allineamento planetario per ripetere un avvenimento che manca da 102 anni.

I FRATELLI DERBY IN EUROPA:

FRANCIA

  • GAMBETTI & AMALFI (1848-1851)

GERMANIA

  • SAMUM & SCHIAPARELLI (2000-2006)

INGHILTERRA

  • RHADAMANTHUS & DAEDALUS (1790-1794)
  • ARCHDUKE & PARIS (1799-1806)
  • WHALEBONE & WHISKER (1810-1815)
  • LAP DOG & SPANIEL (1826-1831)
  • PERSIMMON & DIAMOND JUBILEE (1896-1900)

IRLANDA

  • PORTMARNOCK & CARRIGAVALLA (1895-1901)
  • BACHELORS DOUBLE & BACHELORS WEDDING (1909-1913)
  • HARINERO & PRIMERO (1933-1934)
  • RIBOCCO & RIBERO (1967-1968)

ITALIA

  • CARL ANDREA & FILIBERTO (1887-1888)
  • RABICANO & DORALICE (1889-1890)
  • GIANPIETRINA & GHIBERTI (1917-1920)
  • MEISSONIER, MICHELANGELO & MELOZZO DA FORLI (1919-1921-1922)
By Perizio

Related Posts