San Siro: Bridge Ashi Kun sigla il De Montel, Fast Spirit volo stupendo nel Mantovani

DE MONTEL ROMANO: Bridge Ashi Kun (Kessaar), a sorpresa, all’ultimo tuffo, pizzica il favorito El Buitre (Mount Everest) nel Premio De Montel Listed a San Siro per cavalli di 2 anni, completando una bellissima rimonta con una progressione ficcante con in sella Alessio Satta (in sostituzione di Germano Marcelli) per il training di Pierpaolo Sbariggia ed i colori di famiglia della Scuderia Ponte di Pietra, alla prima occasione utile per allungare la distanza. Al terzo posto Zenorione (Mount Everest), per Sebastiano Guerrieri.

Il vincitore è un figlio di Kessaar (Kodiac), uno degli stalloni più in voga nel momento e già papà di Melfi (vincitore di Parioli), funzionante in Italia Renew Italian Breeding, ed è stato pagato €21.000 alle Tattersalls Ireland September Yearling Sale. Ad inizio Giugno aveva vinto anche il Giubilo a Capannelle, non piazzato nel Primi Passi.

Bridge Ashi Kun da puledro

SPIRITO E VELOCITÀ: Dall’ultima posizione, fino alla prima. È così che la 2 anni Fast Spirit (Make Believe) ha reso onore al suo nome e con un cambio di marcia poderoso dal centro della pista, dall’ultima posizione, ha vinto il Premio Gino e Luciano Mantovani rimanendo imbattuta in 2 uscite dopo l’esordio straripante nel Premio Boffalora, per Stefano Botti e Mario Sanna che ha temuto, forse, qualche istante dopo che la sella è andata leggermente indietro come si evince dall’istantanea sul palo. Al secondo posto Eyelashes (Ardad), che aveva tentato in avanti, e al terzo finita bene Nobile Del Colle (Arcano).

La vincitrice, che aveva esordito impressionando a fine Maggio a San Siro sui 1400 metri, è una figlia di Make Believe (Makfi), stallone residente al Ballylinch per €10.000, ed è stata pagata €26.000 alle Tattersalls Ireland September Yearling Sales 2023 da Edoardo Rolla.

Fast Spirit da yearling
By Redazione

Related Posts