Royal Ascot day 3: Pronostici, Tips e grafici di tendenza

Tutto sommato è stata una giornata positiva quella di ieri e nonostante i due secondi posti di Highbury e Laurel e una sfortunata prestazione di Coeur d’Or nelle Royal Hunt. La vittoria di Ain’t Nobody nelle Windsor Castle (alla quota di apertura di 14/1) ci fa chiudere il day 2 in positivo. Per controllare l’andamento nel meeting segui la nostra pagina dei Tips a questo link

2.30 NORFOLK STAKES (GRUPPO 2) 2YO METRI 1000 PISTA DRITTA

Whistlejacket è per molti è il nap of the day e nel suo pedigree, come indicato nel grafico di tendenza, ha molto di Royal Ascot. Il padre No Nay Never vinse proprio le Norfolk nel 2013 e il fratello Little Big Bear si impose nelle Windsor Castle ’22. In teoria dovrebbe adattarsi meglio ai terreni veloci rispetto a quelli soffici fino ad ora affrontati ma la quota poco sopra la pari non invoglia la giocata visto che la linea indiretta con Camille Pissarro non si è ripetuta nelle Coventry.

La monta di James Doyle dovrebbe essere piuttosto indicativa visto che tra i due Wathnan “the Doyler” ha scelto Shareholder vincitore a Beverley delle Two Year Old Trophy, storicamente una corsa che fa sempre linea nelle Norfolk Stakes. A noi, invece, è piacito molto di più l’altro portacolori della Wathnan Racing AESTERIUS sia per impressione visiva che per body language.
Joel Rosario e Wesley Ward sono una coppia che ha già vinto già per due volte le Norfolk e si presentano al meeting con il gigantesco americano Saturday Flirt. Il neo acquisto di Fitry Hay ha vinto al debutto in maniera molto promettente dando però l’idea di gradire almeno un furlong in più per il prosieguo della carriera, ma attenzione perché l’impressione è stata ottima nonostante sia stato mollato al gioco dall’8/1 di apertura di ieri.

VERIDICT: AESTERIUS e/w (8/1)
Horse trends: Whistlejacket
Lucky stall: Rock Hunter

TRENDS NORFOLK

3.05 KING GEORGE V STAKES (HERITAGE HANDICAP) 3YO METRI 2400

Se come si dice “money talks” allora Gilded Warrior ha già vinto perché “la fresca” è scesa copiosa e insistente da ieri pomeriggio quando la quota del portacolori del Re recitava 9/1. In realtà non è sempre così, basti pensare ieri a Kassaya che dal 12/1 è scesa al 7/2 nelle Queen Mary ma bisogna dire che la sorella di Chalden e i suoi sostenitori hanno avuto poca fortuna nello svolgimento della corsa. Gilded Water non dovrebbe avere dubbi legati alla stamina come invece i cavalli provenienti della London Gold Cup di Newbury che, come leggeremo più avanti, potrebbe rilevarsi una solida linea. A noi piace GOING THE DISTANCE che problemi di distanza non dovrebbe averne.

Gestito perfettamente da Ralph Beckett che dopo una carriera giovanile tra il Galles e le foreste delle Midlands lo ha fatto rientrare post castrazione a metà aprile in un facile cl4 di Kempton. Il nostro dubbio più grande non è tanto per lo steccato largo ma su un terreno mai affrontato prima.

Verdict: GOING THE DISTANCE e/w (8/1)

3.45 RIBBLESDALE STAKES (GRUPPO 2) 3YO F METRI 2400

La facciamo breve e non inventiamo niente: ci piace e molto la favorita Diamond Rain. La figlia di Shamardal è fresca, ha saltato le Oaks di Epsom e ha sorteggiato un ottimo numero di gabbia per mettersi subito in posizione visto che in questi giorni si fa fatica a recuperare da dietro. L’impressione visiva lasciata nel Trial di Newbury è stata ottima e dovrà dimostrare di tenere il miglio e mezzo ma la mamma Dancing Raing ci lascia più che tranquilli sotto questo aspetto perché sulla pista di Ascot vinse l’edizione 2011 delle Fillies’ and Mare Stakes. I colori blu Godolphin sono tornati al successo nel Royal Ascot con Wild Tiger ieri pomeriggio nel Royal Hunt ma per quanto riguarda Charlie Appleby la vittoria nel meeting reale manca dalle Jubilee 2022 con Naval Crown.
Fresca come una rosa

Verdict: DIAMOND RAIN 6/4
Horse Trends: Rubies Are Red
lucky stall: Lava Stream

TRENDS RIBBLESDALE

4.25 GOLD CUP (GRUPPO 1) 4YO+ METRI 4000

Anche nella Gold Cup la facciamo molto breve, Kyprios è stato uno dei cavalli più marciati negli antepost a lungo termine del Royal Ascot 2024 fino a toccare i 4/5. La quota sta un filino driftando e se va oltre i 6/4 lo proveremo più che volentieri. COLTRANE ha invece una quota di 11/1 che ci invoglia e che reputiamo alta visto che con l’ausilio dei Cheekpieces (che Balding riproporrà) è tornato al successo vincendo le Sagaro con un cuore grande come deve avere un cavallo da Gold Cup, respingendo prima Sweet William e poi Caius Chorister che si sono ripetuti battagliando nelle Henry II, uno dei trial di riferimento insieme alle già citate Sagaro. Certo, vincere questa corsa a 7 anni è difficile e bisogna tornare indietro nell’albo d’oro e un paragone scomodo con Yeats per trovare l’ultimo vincitore a questa età ma lo scorso anno l’ha persa da favorito e vederlo a quella quota non ci fa dubitare un secondo per una giocata each-way, consapevoli che se Kyprios è tornato quello prima dell’infortunio non è una corsa

Verdict: COLTRANE E/W (11/1)
Horse Trends Kyprios
Lucky stall: Vauban

TRENDS GOLD CUP

5.05 BRITANNIA STAKES (HERITAGE HANDICAP) 3YO METRI 1600 PISTA DRITTA

Le Britannia sono una corsa che ci è sempre piaciuta dove proviamo a cercare il possibile vincitore già dall’inizio della stagione flat. Saremo pazzi a dire che il nostro Nap sia in una corsa di 30 cavalli, e infatti non lo diciamo, soprattutto perché VOLTERRA ha pescato una scomoda gabbia 3 che per quanto visto in questa due giorni somiglia ad una sentenza. Urge quindi copertura con un cavallo verso lo stand side e ce lo abbiamo già in agenda: STARLORE.

Dopo la sfortunata prova a Goodwood (praticamente non ha corso) ha sempre dato l’idea di gradire il miglio nonostante Sir Michael Stoute gli abbia fatto fare le Rockingham alla fine della stagione dei due anni

Verdict: Dutch VOLTERRA 8/1 & STARLORE 11/1
Lucky stall: Involvement

5.40 HAMPTON COURT STAKES (GRUPPO 3) 3YO METRI 2000

Che cosa legano i passati vincitori di Hampton Court Cannock Chase e Time Test? Semplice, la vittoria precedente nella London Gold Cup. Ed eccolo qui il nostro nap of the day (visto che non abbiamo il coraggio di dire Volterra) KING’S GAMBIT vincitore proprio dell’Heritage di Newbury che negli ultimi anni ha visto vincere oltre, oltre ai due citati, cavalli da Gr1 del calibro di Defoe e Bay Bridge. Forse la quota potrà risultare un filo bassa per un cavallo che proviene dagli handicap contro First Look, runner up di Jockey Club e allenato nientemeno che dal muto di Chantilly, ma King’s Gambit, ci sembra proprio mirato per questa corsa.
London calling

Verdict: KING’S GAMBIT to win 16/8
Horse trend: Portland
Lucky stall: Portland

TRENDS HAMPTON COURT

6.15 BUCKINGHAM PALACE (HANDICAP CLASS 2) 3YO+ M.1400 PISTA DRITTA

Ieri abbiamo detto che i class 2 0-105 non rispecchiano l’essenza del Royal Ascot e nonostante la vittoria della nata nella porpora Doha nelle Kensington la pensiamo ancora così. Con il tempo sicuramente cambieremo idea e visto i vincitori delle quattro edizioni delle Buckingham Palace (su tutti Highfield Princess) sicuramente si prospetta un futuro roseo della corsa per il futuro. Non avremmo voluto giocare ma in agenda abbiamo MOSTABSHIR con buona draw e il terreo good to firm preferito che suona strano visto che parliamo di un grigio figlio di Dark Angel.

Verdict: MOSTABSHIR E/W 14/1

By Perizio

Related Posts