Roma 5 marzo: La storia dell’Optional, i pronostici e le perizie del giorno

Un bel martedì quello all’ippodromo delle Capannelle con sei corse e TQQ di chiusura programmata per le ore 17.15. Per consultare l’analisi della giornata, con i pronostici e le perizie, vai nella pagina dedicata (clicca qui). Oltre alla già citata tris-quartè-quintè, nel programma capitolino, ci sono due interessanti maiden divise per sesso ma anche lo storico premio Optional. Per gentile concessione di Mario Berardelli ecco la storia di questa corsa:

“Il martedì di Capannelle regala agli appassionati un pezzo di storia del galoppo italiano. E’ infatti in programma l’antico premio Optional la cui storia va raccontata e ricordata. Fino alla metà degli anni 60, i cavalli di due anni, a fine stagione, venivano periziati e veniva stilata la loro classifica come se fossero iscritti ad una immaginaria corsa. Il più bravo capeggiava la scala ed era definito capofila dell’Optional, termine che veniva usato nel mondo per definire questa classifica o perizia che li comprendeva tutti.

Il bello era che non si trattava di una corsa immaginaria ma la perizia diventava reale ad inizio primavera quando si disputava una corsa con il nome appunto di Optional ed i pesi era assolutamente quelli assegnati nella classifica finale dell’anno precedente. In Inghilterra, da cui tutto si è sempre copiato, si chiamava Free Handicap, in programma a Newmarket e spesso ha anche lanciato piazzati di Ghinee. Adesso non è più possibile, per molte ragioni, correre con i pesi di fine anno ma la corsa chiamata Optional, è stata per tanti anni anche HP, esiste ancora, chiaramente per soli tre anni, ed anzi regge il cartellone di questo martedì alle Capannelle sulla distanza del miglio in pista piccola”

L’albo d’oro recente del premio Optional

By Redazione

Related Posts