Premio Angelo Gardenghi: che cosa dice la storia della corsa

La 137^ stagione di San Siro è ormai alle porte con il riuscitissimo premio Apertura che ha raccolto ben 20 adesioni. E’ stata una bella intuizione quella di portare il tradizionale handicap sui 1400 metri della pista dritta milanese dove Schiele (Dark Angel) proverà a difendere la corona visto che lo scorso anno ha aperto e chiuso la stagione di San Siro. Data l’impossibilità di fare una statistica di tendenza della corsa, alla sola seconda edizione su questa distanza, la si può fare invece su un prova per esordienti altrettanto tradizionale come il premio Angelo Gardenghi.
Per i pronostici e le perizie della giornata vai sulla pagina dedicata (clicca qui) mentre sotto riportiamo il post del premio Donatello che fa pendant con la prova milanese.

“Ci sono diversi modi per fare un pronostico di una corsa riservata ai soli debuttanti. La si può fare analizzando le genealogie dei partecipanti oppure affidandosi alla bravura sia di allenatori che di fantini oltre all’importanza delle scuderie. Allo stesso modo ci si può affidare anche a “radio pista” che poi trova conferma o meno nel betting mattutino. Un altra maniera per stilare una sorta di pronostico in una corsa per esordienti, vista l’impossibilità di fare una perizia, è quella di affidarsi ai trends (tendenze) sullo storico della corsa.

Nelle corse dei cavalli in giro per il mondo i trends sono molto importanti e molto seguiti mentre dalle nostre parti sono in pochi a utilizzare questo tipo di statistiche. Noi di IPR abbiamo i dati per poter valutare numericamente la storia della corsa e conseguentemente la possibilità di poter fare un pronostico previsionale. In sintesi racchiudiamo, in una percentuale di possibilità di successo, tutti gli elementi dei passati vincitori in base allo steccato (sul terreno previsto), l’allenatore, il fantino, il pedrigree e il rating (non in questo caso essendo una corsa per deubuttanti).

A prescindere dal risultato finale pensiamo che possa essere uno strumento molto utile non solo per lo scommettitore e come già accennato si possono fare per ogni corsa sia italiana che estera con un range di almeno dieci edizioni sullo stesso tracciato e distanza. Se sei interessato faccelo sapere”

Ecco l’esempio del premio Gardenghi

Trends premio Gardenghi:

  • TIME RECORD: 1.50.4 Bianca Verga (1993)
  • BEST JOCKEY: 3 wins E.Botti, F.Branca, M.Esposito
  • BEST TRAINER: 4 wins A.Botti
  • BEST PERFORM: 102 Shaquille (1998), Electrocutionist (2004)
  • TERRENO PREVISTO: Soft
  • BEST DRAW: 4 (5 vittorie)
By Perizio

Related Posts