Pedigrees & ratings: Toussaint, la “T” di Dormello, da 108. Sun Never Sets da 106

Il cronometro, in Italia, lascia spesso il tempo che trova. Ma alcune indicazioni utili possiamo comunque raccoglierle. Ieri si sono disputate 3 corse sul miglio in pista grande ed il miglior tempo fatto registrare è stato quello di Toussaint (Cloth Of Stars) che ha vinto il Premio Arconte in un tempo di 1m 39,1s, di qualche centesimo più basso rispetto all’anziano My Eternal Love (1m 39,5s), che ha vinto la condizionata, e di Sun Never Sets (1m 40,2s), altra tre anni che ha vinto il Ceprano.

Toussaint, passato presto in cima alla dirittura e capace di tenere del margine, secondo il periziatore di Italian Post (Rating, in questo caso), ha attribuito un 108 di valore (IPR) che significa uno standard pari alle altre edizioni, più o meno, di questa corsa che molto spesso lancia verso il Premio Parioli.

La conferma arriva da Majin Bu, che vede confermare il suo rating corsa dopo corsa, ed è un ottimo metronomo, dunque il 108 attribuito è accompagnato da una “P” di progresso, visti i mezzi messi in mostra. 

Attenzione, i valori non sono ufficiali ma frutto del nostro periziatore

Dalle prime indicazioni nell’immediato post gara è emerso come il figlio di Cloth Of Stars sia orientato a tentare una strada verso la distanza un pò più lunga e dunque la prospettiva del Derby, passando per Botticelli o Filiberto, ossia i trials per il Derby, anziché appunto la Classica Parioli del 28 Aprile. 

Toussaint, foto credit Capannelle Ippodromo

GENEALOGIA: Toussaint è allevato in casa Dormello, ed è un figlio dello stallone Darley Cloth Of Stars (Sea The Stars), funzionante per €5.000 all’Haras du Logis, due volte piazzato di Arc e vincitore di Ganay. La mamma Touraine (Rock Of Gibraltar) non ha mai vinto ma è stata discreta in carriera, lambendo le buonissime categorie Stakes. La seconda mamma è Twardowska (Daylami), seconda di Oaks d’Italia G1, e rappresentante della “T” di Dormello che include anche Tempesti (Albert Dock). Si risale anche a Tissot e Tisserand, quest’ultimo vincitore di Derby nel 1988. Touraine ha un 2 anni da Kendargent, una yearling femmina da Zelzal e dovrebbe partorire di Ribchester in questa stagione.

CEPRANO: Tra le femmine del Ceprano, come detto, a vincere è stata Sun Never Sets (Karakontie) che alla prima italiana ha subito vinto battendo una candidata Classica come Bonny In Love. La cavalla, di proprietà di Massimiliano Allegri, ha staccato il ticket verso qualche cosa di interessante, se continuerà a migliorare. 

Sun Never Sets ha preso un valore, secondo il nostro periziatore, di 106 dunque un filo sotto standard, ma con una stagione tutta da costruire. 

Sun Never Sets, foto credit Capannelle

Sun Never Sets, allevata in America, è una figlia dello stallone Karakontie (Bernstein), 3 volte vincitore di G1, funzionante al Gainesway in America al tasso di monta di $15.000. Sun fu comprata per $75.000 alle Fasig-Tipton October Yearling Sale quale prodotto della fattrice Kodiak West (Kodiac), piazzata di Listed, ed affidata a Joseph O’Brien, per il quale ha vinto la sua prima corsa al sesto tentativo a Bellewstown a fine Settembre, vantando un OR di 76. In Dicembre è stata acquistata da Alessandro Marconi per £16.000 alle Tattersalls December Mares Sale 2023, ed è stata affidata a Stefano Botti che alla prima occasione possibile l’ha messa in pista, conquistando subito una vittoria. Il pedigree dice che potrebbe essere perfetta intorno al miglio, ma le attitudini diranno il resto più avanti. 

Qui sotto trovate in pdf gli albi d’oro di Premio Arconte e Ceprano, in esclusiva Italian Post Racing, scaricabili.

Nella sezione Albi d’Oro CLICCANDO QUI trovate, mano mano, tutti quelli delle corse in Italia. 

By Gabriele Candi

Related Posts