Pedigree focus: Buon sangue non mente, Sopran Eagle

Nel sabato di San Siro, che apriva il lungo week-end di buone corse in giro per lo stivale, ci è piaciuta la vittoria in apertura di pomeriggio della grigia Sopran Eagle (Gleneagles). La portacolori di Leonardo Ciampoli, ancora piuttosto pigra sul percorso, vince la maiden al suo terzo tentativo dando l’idea di gradire anche qualche metro in più dei 1800 della pista media

Anche la madre, Sopran Enery (Montjeu),si tolse la qualifica di maiden proprio nel mese di aprile di undici anni fa provando successivamente la via per le Oaks passando dal premio Baggio, allora Listed Race, finendo quinta ma vicino al podio. Sopran Enery è figlia di Sopran Londa vincitrice di Regina Elena 1998 e favorita delle Oaks vinte da Zomaradh (Deploy) futura la madre di Dubawi (Dubai Millannium).

Sopran Londa, deceduta due anni fa, è stata inoltre madre di ottimi cavalli da corsa come Sopran Achille (Cape Cross), 3° di Botticelli LR, Sopran Nicolo (Sea The Stars) 4° di Jockey Club Gr1, Sopran Montieri (Manduro) 1° Merano LR e soprattutto il primo vincitore di Derby italiano da quando si corre sui 2200 metri della pista grande: il grigio  Cima De Triomphe (Galileo).

Ma Sopran Londa non ha generato solo ottimi maschi ma anche delle femmine che hanno continuato la linea di sangue come Sopran Lori (Irish River) madre, tra gli altri, dell’ottimo siepista Luxury Baby (Hawk King), di Lo Zoccolo Duro (Acclamation) anche lui buon saltatore ma in giovane età vincitore di Criterium Varesino LR, e di Loritania (Teofilo) madre del Listed winner Vincere Insieme (Exceed And Excel) e di Amabile (Caravaggio) che nel suo palmares annovera una vittoria nel Premio Pisa LR e un secondo posto di Parioli Gr3. Merita citazione anche Salamanna (Dubawi) che ha poi generato il runner-up di Gran Criterium Gr2 Sopran Roccia (Red Rocks).

Sopran Eagle è il sesto prodotto di Sopran Enery, quindi sorellastra di Acheso (Cracksman), migliorato con età e distanza che proprio nella giornata di sabato è finito quarto nel premio Ambrosiano Gr3, ma soprattutto di un’altra grigia di nome Auyantepui (Night Of Thunder) “la montagna del diavolo“, imbattuta in Italia e capace di un filotto storico come lo Zanoletti, il Mario Incisa LR e le Oaks d’Italia 2020.

Del padre Gleneagles (Galileo), e dei suoi ottimi numeri come stallone in Italia, ne parlammo già in altra sede dopo la doppietta di Ghinee Italiane 2023 e anche quest’anno ha dato continuità alla statistica di winner to runners sulle piste italiane. Strano ma vero, Gleneagles ha dimostrato ancora una volta con Sopran Eagle la sua incredibile predilezione di produrre cavalli adatti ai terreni soffici nonostante il campione di Coolmore soffrisse questa particolare superfice.

Si tratta del terzo incrocio tra Gleneagles e Montjeu (Sadler’s Wells) e tutti e tre vincitori, tra cui Highland Chief pluri piazzato di pattern in inglesi e vincitore negli states di Man o’War stakes Grade1. Sopran Eagle, manco a dirlo, fa parte della famosa famiglia 9-c che secondo il nostro parere è la migliore linea familiare che esista.

La cavalla è stata acquistata per 76.000 euro alle Aste Sga selezionate del 2022, ha vinto la sua maiden in bello stile che abbiamo valutato con un 101 di IPRating con il più dell’impressione visiva. La frazione conclusiva è stata ottima e sembra avere ancora margini di progresso visto lo stile in corsa e la genealogia tardiva che dice di avere pazienza e di attendere le lunghe distanze. C’è quindi molta curiosità per futuro, magari potrà diventare un cavalla da buoni handicap oppure fare lo step successivo verso vette più alte e solo il tempo ce lo dirà, ma a noi piace parlare di genealogie e questa grigia dal bellissimo pedigree meritava un approfondimento.

La vittoria di Sopran Eagle al terzo tentativo della carriera

IL PADRE

LA MADRE

Photo credit: sito e pagina facebook Allevamento Le.Gi.
Vistia il sito:
https://www.allevamentolegi.it/

By Perizio

Related Posts