Oaks d’Italia, meno 6. Le probabili: Prime anticipazioni, Darius Racing forza 2

Mancano 6 giorni, nel momento in cui scriviamo, alle Oaks d’Italia Tattersalls in programma domenica 9 Giugno sui 2200 metri di San Siro, per femmine di 3 anni. Si cominciano a spuntare i primi nomi dopo il giro di forfait di questa mattina a Milano. Sono 16 infatti le rimaste, ma correranno al massimo in una dozzina dopo il giro di consultazioni.

Dal punto di vista tecnico il programma proporrà appunto le Oaks d’Italia Tattersalls G2 per femmine di 3 anni sui 2200 metri, il Premio del Giubileo Trofeo Snai-Pay G3 sui 2000 metri per femmine di 3 anni ed oltre, ed in più il Premio Vittorio Crespi Listed per femmine di 2 anni sui 1200 metri, il XCV Royal Mares Listed per femmine di 3 anni ed oltre sul miglio.

LE STRANIERE ASSENTI: Partiamo dal fatto che dall’estero ci sarà copiosa partecipazione tedesca. Non dalla Francia, dove Jerome Renyer ha annunciato che molto probabilmente non correrà con Fun With Flags a Milano, perchè la talentuosa francese rimarrà a Parigi e correrà a Longchamp. È ancora iscritta, probabilmente rimarrà alla finestra. Non ci sarà nemmeno War Chimes per David Menuisier, che ha corso le Oaks di Epsom G1 cogliendo un piazzamento a grossa quota. Tolta dalle rimaste anche Kroazia per Antonio Marcialis.

LE STRANIERI PRESENTI: Tra le conferme dall’estero appunto ecco le tedesche, che dovrebbero essere in 4. Le prime indicazioni danno per fatta l’arrivo di Saman (Counterattack), allenata da Henk Grewe per i colori della Darius Racing, quest’anno rientrata con un quarto posto a Colonia nel Karin Baronin von Ullmann – Schwarzgold-Rennen, e poi vincitrice ad Hassloch nelle Preis der Sparkasse Rhein-Haardt sui 1600 metri. Si tratta di una cavalla in completo divenire che ha preferito fare il percorso italiano anzichè correre in patria il trial principale, causa terreno previsto molto pesante in Germania. Saman, sorella piena di See Hector, proverà ad emulare il successo del fratello in Italia. Saman è attualmente la cavalla sicura della partecipazione alle Oaks d’Italia Tattersalls, con il rating più alto. Avrà in sella Miki Cadeddu.

La Darius Racing, come da esclusiva Italian Post Racing, invierà anche Isfand (Isfahan) che ha impressionato all’esordio in Germania, come da video qui sotto. La cavalla in questione, allevata dal Gestüt Karlshof e di proprietà della Darius Racing, è sorella piena di Isfahani (Isfahan) che in Italia ha vinto il Berardelli G3 e poi si è piazzata seconda nelle Oaks tedesche. Isfand è iscritta anche al Derby tedesco (7 Luglio) oltre alle Oaks tedesche (4 Agosto), dove peraltro è favorita. Ad annunciarla è stato lo stesso Holger Faust in uno dei nostri speciali che abbiamo realizzato. Avrà in sella Clément Lecoeuvre. Quasi certa anche la presenza di Novemberrose (Camelot), che ha chiuso il 2023 con un piazzamento eccellente nel Großer Preis der SWK AG – Herzog von Ratibor-Rennen G3, ed era stata inizialmente annunciata come partente da Peter Schiergen, in attesa di conferma ufficiale. La cavalla della Stall Nizza dovrebbe avere in sella Burza Murzabayev. Più sotto il video di Isfand.

Anche Andreas Wöhler ci sarà con Duras (Sea The Moon), di proprietà della Stall Mandarin. La cavalla in questione ha debuttato vincendo ad Hoppegarten e di recente è arrivata seconda nel Preis der BMW Niederlassung Berlin. Verrà montata da Eduardo Pedroza. Sempre dalla Germania, dal quartier generale di Andreas Suborics si medita per Quetame (Saxon Warrior), di proprietà del Stiftung Gestüt Fährhof, recentemente piazzata ad Hannover nel Großer Preis von meravis. Se verrà avrà in sella Hugo Boutin.

LE ITALIANE: Il Premio Incisa Listed fa da riferimento per tutti. La vincitrice Calle Almazora (Johnny Red Kerr), dopo il piazzamento nel Regina Elena, verrà proposta dalla Endo Botti Galoppo, ma ancora da stabilire chi sarà l’interprete della cavalla di Ferruccio Giacobbe. Forse uno tra Dario Vargiu e Alessio Satta, ma sono solo supposizioni. Sempre da Pisa ovviamente Gris Celebre (Nathaniel) per Fabrizio Cameli e Dario Di Tocco in sella per Endo Botti, mentre Raffaele Biondi metterà dentro Nikkei (Affaire Solitaire) con Tore Sulas. Stefano Botti proporrà sicuramente Sun Never Sets (Karakontie) per Massimiliano Allegri, probabile Mario Sanna in sella, mentre è ancora in dubbio la presenza di Bonny In Love. Da Milano in dubbio Sopran Eagle, non ci sarà Kroazia (Gleneagles) mentre dovrebbe esserci Punta Lancia (Saxon Warrior). Da Roma dovrebbe salire Tomiko (Footstepsinthesand), che effettuerà una rifinitura nelle prossime ore a Capannelle per capire se entrare nel computo delle partecipanti.

Entro giovedì c’è un altro stage eventuale di supplementazioni entro le 12, al costo di €35.000. Qui sotto abbozziamo un primo campo partenti ipotetico delle Oaks:

PROBABILI OAKS D’ITALIA G2 – per femmine di 3 anni sui 2200 metri della pista grande

  1. BONNY IN LOVE?
  2. CALLE ALMAZORA (?)
  3. DURAS (Eduardo Pedroza)
  4. GRIS CELEBRE (Dario Di Tocco)
  5. NIKKEI (Salvatore Sulas)
  6. ISFAND (Clement Lecoeuvre)
  7. NOVEMBERROSE (Bauyrzhan Murzabayev)
  8. PUNTA LANCIA (Alessio Satta?)
  9. QUETAME? (Hugo Boutin)
  10. SAMAN (Miki Cadeddu)
  11. SOPRAN EAGLE?
  12. SUN NEVER SETS (Mario Sanna?)
  13. TOMIKO?
Le 16 rimaste per le Oaks
La vittoria di Saman ad Hassloch
La vittoria di Isfand
La vittoria di Duras al debutto
Novemberrose arriva seconda a Krefeld contro i maschi
Duras
Novemberrose
Saman
Le rimaste nel Premio del Giubileo sui 2000 metri per femmine anziane
By Gabriele Candi

Related Posts