Oaks d’italia 2024: Le schede cavallo per cavallo, guida, grafici possibilità e trends

Chi sarà incoronata reginetta d’Italia un anno dopo Shavasana (Gleneagles)? Qui sotto trovate le schede runners-by-runners delle Oaks d’Italia e i trends dell’ultima classica italiana del 2024 in programma domenica 9 giugno alle ore 17.55 all’ippodromo di San Siro

  • 1. CALLE ALMAZORA (Johnny Red Kerr). In occasione del Regina Elena l’abbiamo descritta come pronta ad aprirsi come un Gladiolo nel periodo della fioritura, e così è stato. Prima a Pisa, poi a Roma nel Regina Elena e poi a Milano nell’Incisa, dominando da cima a fondo, è stata una escalation continua. Tecnicamente è necessario un altro “step up in class”, ma la sua prorompente fisicità consente di pensare che abbia messo altra legna nel forno per mandare a tutto vapore la locomotiva. La favorita delle italiane in queste Oaks tutte da decifrare. Prezzo d’acquisto: Privato.
  • 2. DURAS (Sea The Moon). Poco esposta, ha fatto solo due corse peraltro ad Hoppegarten ed il suo profilo intriga non tanto per oggi, ma per il futuro. Al debutto ha risolto una corsa da veterana, ma era il 28 Aprile e quel giorno le rivali principali, tipo Calle Almazora, erano nelle gabbie del Regina Elena. Il 19 Maggio, solo pochi giorni fa, ha messo altra esperienza nelle gambe sempre ad Hoppegarten correndo bene e piazzandosi ancora. Ha grossi margini di miglioramento, è iscritta alle Oaks tedesche (4 Agosto) e questa tappa milanese potrebbe esserle di grande aiuto. Prezzo d’acquisto: €38.000 alle BBAG September Yearling Sale 2022.
  • 3. GRIS CELEBRE (Nathaniel). Guarda il cielo e spera nella pioggia. Non che non renda su terreni asciutti, ma un soffice le metterebbe ancora più le ali. A differenza di altre è stata preservata fresca per il summit milanese, non corre da inizio Maggio, dalla disarmante prestazione nel Mario Coccia di Roma, poi è stata messa nel freezer. Figlia di Nathaniel, tipica, e cioè nulla di fatto o particolarmente rilevante a due anni e due belle vittorie a tre anni. È poco esposta, ma è pronta ad esplodere nel giorno dei giorni. La genealogia da questo punto di vista da sufficienti garanzie e la mamma, peraltro, ha vinto il Cumani proprio a San Siro. Occhio ai colpi di coda. Prezzo d’acquisto: Ricomprata a €52.000 alle SGA September Selected Yearlings 2022. Prezzo privato, amichevole.
  • 4. ISFAND (Isfahan). Sembra fortissima. Lei è la favorita delle tedesche e, a differenza delle altre, oltre ad avere l’iscrizione nel Preis der Diana, lo ha anche per il Derby teutonico, e questo significa grande fiducia nei suoi mezzi. Ha debuttato, come da immagini mandate in eurovisione, risolvendo una corsa praticamente impossibile per una senza esperienza, a Colonia e sui 1850 metri. La sua famiglia ha feeling con l’Italia: È sorella di quella Isfahani che vinse il Berardelli e poi si piazzò quarta nel Derby Italiano G2 e seconda nelle Oaks tedesche. Ma anche di I Promised Myself che era in orbita di Endo Botti. Lei potrebbe percorrere lo stesso sentiero ma con il suo passo svelto e potente. Come dicono in Germania: Stark! Se non la frega l’esperienza, una sola corsa all’attivo, è nei premi. Prezzo d’acquisto: €120.000 alle BBAG September Yearling Sale 2022.
  • 5. NIKKEI (Affaire Solitaire). Esiste una Nikkei tedesca del 2015 che ha vinto anche le corse di Gruppo. Lei, la tre anni, è quella italiana che a parte il debutto non ha mai sbagliato niente in carriera. Ben preservata da Don Rafè, ha cadenzato al ritmo di una prestazione al mese la sua carriera, fatta di buoni piazzamenti, vittorie ed un riferimento preso nell’Incisa, con qualcosa ancora da spendere. Certo, è in ballo da questo inverno ma è cresciuta step by step. L’idea è che debba ancora maturare lunghezze per essere competitiva, ma il Comandante in capo della formazione non ha paura di nulla e propone questa elegante cavalla che sa far tutto, e dove la metti sta. Se è ancora ben fresca, potrebbe fare la sorpresa. Prezzo d’acquisto: Homebred.
  • 6. PUNTA LANCIA (Saxon Warrior). Le doti le ha, poco ma sicuro, e lo dice anche la genealogia peraltro tedesca in linea femminile. Il fratello Saent ha vinto il Derby, la sorella Punta Stella ha vinto il Dormello ed è una fattrice di successo in Giappone, mentre un’altra sorella si chiama Presanella ed ha vinto anche un Derby in Kazakistan. Per dire. Fino ad oggi Punta Lancia è però mancata sempre all’appuntamento con la selezione, ma in casa ci credono e infatti non l’hanno venduta alle aste ma rappresenta la chance della “Morosina”. Ha cambio di marcia importante, lo si è visto in occasione della vittoria in Aprile. Però poi non ha completamente convinto nelle successive uscite. L’idea è che si metta li, acquattata in seconda linea, pronta a sferrare l’attacco se qualcuna delle rivali sbaglia qualcosa. Outsider, potrebbe concorrere per una piazza. Finora non ha combinato molto ad alto livello, ma i fratelli la guardano con circospezione. Mica vorrà rendere meno orgogliosa la mamma..? Prezzo d’acquisto: Homebred.
  • 7. QUETAME (Saxon Warrior). Occhio, Quetame. Apparentemente è la peggiore delle 4 teutoniche, ma “das Mädchen” ha dei punti a suo favore. Innanzitutto ha giubba storica, quella del Gestüt Fährhof, il giallo e nero che fa paura. Ha debuttato vincendo a Krefeld a 2 anni e poi è stata messa nell’armadio in attesa del cambio di stagione. Rientrata con un nulla di fatto, si è presa belle linee ad Hannover che è una pista, tra le tedesche, più simile forse alle selettive italiane, anche se a mano sinistra. Rimasta sul passo, non è arrivata lontano da quella Lingua Franca che è favorita delle Oaks tedesche insieme a Isfand. Il pedigree dice che i fratelli vengono venduti a “botte” di €100.000 e passa. Questa se la sono tenuta in casa. Poche corse, ma può mettere in difficoltà le nostre con il suo ritmo importante. Potrebbe sbocciare. Achtung! Prezzo d’acquisto: Homebred.
  • 8. SAMAN (Counterattack). La ragazza mascherata. La riconoscerete in mezzo a mille con il suo paraocchi australiano e “peluche” paraombre sul muso, color rosa. Si vede che ha bisogno di concentrazione. Ritirata nel trial in Germania per un terreno ritenuto troppo pesante, è stata scelta la corsa di Milano come opzione ma la nuvola di Fantozziana memoria sembra perseguitarla. La sorella di See Hector ha imboccato l’Autobahn direzione Milano facendo il pieno con la sua Bianchina quattro porte, benzina che non si sa quando finirà perché è proprio la distanza il grande dubbio nonostante sia la top rated della corsa. Prezzo d’acquisto: €105.000 alle BBAG September Yearling Sale 2022.
  • 9. SUN NEVER SETS (Karakontie). Era maiden fino a quando non ha lasciato l’Irlanda. Poi abbandonata l’isola verde ha trovato terreno fertile per proporsi come una interessante candidata per il Mister Massimiliano Allegri. Ha steccato l’Elena, si, ma perchè a Roma ha trovato una corsa complessa tatticamente per una come lei che ha bisogno di aggiustarsi e andare in progressione. Nell’Incisa ha corso bene ma con qualcosa da limare per forza di cose rispetto al Regina Elena, perchè non si può stare in apnea tutto il tempo ma bisogna anche salire in superficie e prendere aria da mettere nei polmoni, per produrre lo sforzo d’un fiato lungo tutta tutta la retta della verità. Si, bene nell’Incisa, ma adesso deve cambiare marcia. Abbiamo un sogno nel cuore: Mister Allegri che lancia la giacca in tribuna esultando. Poesia. Prezzo d’acquisto: Prima $75.000 alle Fasig-Tipton Kentucky October Yearling Sale 2022, poi £16.000 alle Tattersalls December Mares Sale 2023.
  • 10. TOMIKO (Footstepsinthesand). La underdog che vuole ribaltare il tavolo dei pronostici. Arriva da Roma, è ancora maiden in 10 corse, ma a 2 anni ha ottenuto un bel piazzamento nel Dormello. Poi non l’abbiamo più vista fino ad Aprile, quando ha fatto bene una presa di contatto. Nel Regina Elena è arrivata a metà gruppo (battendo anche Sun Never Sets), e poi in una maiden ordinaria di Roma ha colto un terzo posto dietro a Matsuri che qualche giorno fa a Napoli in condizionata non si è piazzata, pur correndo bene. Ingaggiato “Gatto” Silvestro De Sousa, scelta ambiziosa, che non le concederà un attimo di sosta ed è fantino famoso per sollevare i cavalli da terra. Forse proprio quello di cui ha bisogno una cavalla come lei. Tatticamente proverà in avanti o rimarrà nella retroguardia? Cosa vale? Lo scopriremo solo vivendo. Sorpresissima. Prezzo d’acquisto: £20.000 alle Tattersalls October Yearling Sale (Book 3) 2022.

Qui sotto un dettaglio delle vittorie nelle Oaks per steccati ed una scheda riassuntiva delle partecipanti. Il grafico delle possibilità e l’albo d’oro. Buone Oaks a tutti.

CAVALLAFAMILYDRAWSIREJOCKEYTRAINERPRECEDENTE
CALLE ALMAZORA2-d (0)1 (3)JOHNNY RED KERR (0)D.VARGIU (1)E.BOTTI (0)1° INCISA (2)
DURAS1-h (0)3 (0)SEA THE MOON (0)E.PEDROZA (1)A.WOEHLER (1)2° DER BMW (0)
GRIS CELEBRE16-c (7)10 (4)NATHANIEL (0)D.DI TOCCO (0)E.BOTTI (0)1° COCCIA (1)
ISFAND4-n (0)6 (2)ISFAHAN (0)C.LECOEUVRE (0)H.GREWE (0)1° MAIDEN KOLN (4)
NIKKEI1-s (0)5 (1)AFFAIRE SOLITAIRE (0)S.SULAS (0)R.BIONDI (0)2° INCISA (1)
PUNTA LANCIA19 (0)8 (3)SAXON WARRIOR (0)A.SATTA (0)M.MONETA (0)4° INCISA (0)
QUETAME22-d (5)4 (4)SAXON WARRIOR (0)L.MORRIS (0)A.SUBORICS (0)4° VON MERAVIS (0)
SAMAN16-c (7)9 (3)COUNTERATTACK (0)M.CADEDDU (1)H.GREWE (0)1° RHEIN-HAARDT (0)
SUN NEVER SETS8-d (0)7 (5)KARAKONTIE (0)M.SANNA (0)S.BOTTI (5)3° INCISA (0)
TOMIKO8-a (0)2 (4)FOOTSTEPINTHESAND (0)S.DE SOUSA (0)P.ARAGONI (0)2° MAIDEN ROMA (0)
By Redazione

Related Posts