Meydan, Super Saturday show: I “miracoli” Military Law e Laurel River, Cinderella’s Dream senza staffe

A Meydan si è esaurito anche il tema Super Saturday dal quale ne sono scaturite emozioni contrastanti. Da una parte l’illusione, o la speranza, che determinati successi possano essere da trampolino per qualcosa di epico, dall’altra invece la consapevolezza della povertà tecnica (nulla a che vedere con l’ippica di chi parla) generalizzata. Tuttavia, qualcosa è successo e qualche storia da raccontare c’è.

In primis, nella prova tecnicamente più rilevante, Al Maktoum Classic Sponsored By Emirates Airline G2 a vincere è stato Military Law (Dubawi), castrone, 9 anni, che non vedeva il palo per primo addirittura dal lontano Gennaio 2021, quando vinse il secondo Round dell’Al Maktoum Challenge G2, ed in sella aveva Antonio Fresu. Lo scorso anno era terminato secondo, ma il figlio di Dubawi (con mamma da Desert Prince), era apparso un filo imbolsito, sfatando però il tabù con una convincente affermazione a 25/1 e battendo con una prestazione gagliarda Walk of Stars (Dubawi) e il favorito Clapton (Bethren). Vedremo che ruolo avranno questi cavalli nella DWC di fine mese. Di sicuro Military Law si è guadagnato l’ingresso, recentemente era arrivato a circa 8 lunghezze da Kabirkhan, che dovranno essere limate e di parecchio per essere competitivo. 

Nel Dubai City Of Gold Sponsored By emirates.com G2 sulla lunga distanza, corsa che prepara allo Sheema Classic, dominio Godolphin come accaduto del resto in tutto il meeting grazie all’assenza di grossi complessi, a parte di quello dello Sceiccone. Qui Charlie Appleby, nella stagione, ha dominato le classifiche in termini di somme vinte ($8,915,500) e percentuali di vittorie (40%). Stavolta grazie al castrone di 4 anni Bold Act (New Approach), alla prima del nuovo anno, che ha battuto Warren Point (Dubawi), altro castrone, e Sisfahan (Isfahan) che ha messo benzina nel motore per lo Sheema Classic G1 di fine mese.

Concludiamo la rassegna del Super Saturday con altre due perle. Una è arrivata nelle Jumeirah 1000 Guineas Sponsored By Emirates SkyCargo Listed dove c’è stata una rocambolesca vittoria per Cinderella’s Dream (Shamardal) che ha dato un vero e proprio show dominando per quasi sei lunghezze ma con il suo fantino William Buick, privo di staffe in sella. Sembrava un rodeo, invece è stata corsa limpida e mai avevamo visto vincere, a questo livello, e con questa facilità, una cavalla senza l’equilibrio del fantino sulla sella. Figlia di Shamardal e mamma da Dubawi, Charlie Appleby per questa cavalla dal pedigree spettacolare ha previsto un passaggio a Meydan per preparare l’inverno. Aveva debuttato a Lingfield vincendo, anche a Thirsk, ma senza incantare. Qui ha fatto uno sproposito rimanendo imbattuta in 4 corse. Concorrerà per le 1000 Ghinee di Newmarket? Curiosamente da qui era passata lo scorso anno anche Mawj, poi vincitrice della Classicissima di Newmarket. Charlie Appleby glissa: “Se è buona abbastanza? Lo vedremo. Non dico che è una campionessa, ma si è guadagnata il diritto di correre le Ghinee”. Ok. 

La prestazione più bella della serata però c’è stata nel Burj Nahaar Sponsored By Emirates SkyCargo G3 con la dominante performance per Laurel River (Into Mischief), portacolori Juddmonte allenato dal santone Bhupat Satish Seemar e che proprio lo scorso anno, da favorito del Breeders’ Cup Dirt Mile G2, dovette dare forfait poco prima della corsa. Il 6 anni, che non correva da esattamente 516 giorni, è parso scintillante e rigenerato alle terme dubaiane sotto le palme, candidandosi così al Godolphin Mile del 30 Marzo prossimo. 

La qualità certamente non gli manca e Laurel River ha un pedigree particolare, ma che rappresenta esattamente la complessità e la vastità dell’operazione allevatoria di Juddmonte che comprò la seconda mamma Sooting Touch per $550,000 alle 2005 Keeneland September sale e da li ha cominciato a sviluppare incroci per cercare il meglio, arrivato con una serie di vincitori in serie pronti a sfornare altri campioni.

Appuntamento alla notte della DWC. 

By Redazione

Related Posts