Italians: Natalia Lupini, speranze Classiche con Kitty Rose

Natalia Lupini è uno dei tanti “italians” che sono emigrati all’estero a costruirsi una carriera. La notizia che la riguarda per questo 2024 riguarda l’allenatrice italiana che quest’anno ha una candidatura per le Classiche britanniche. In particolare si parla di Kitty Rose (Invincible Army), vincitrice di Listed e seconda di G3 al Curragh in Ottobre, in generale 2 vittorie ed un secondo posto in carriera, venduta ad un nuovo proprietario quale Tim Porter che l’ha rilevata da Nigel O’Hare, e che rimarrà nella disponibilità dell’allenatrice di County Down nella gestione con il partner Craig Bryson, per tentare la scalata nelle 1000 Ghinee di Newmarket, dove è a 33/1 nell’antepost Betting. Un ruolo difficile ma un aspetto decisamente stimolante. 

Natalia ha dichiarato a TDN: “Kitty Rose rimarrà qui da noi almeno fino alla prima parte dell’estate, tenteremo un rientro in un trial per le 1000 Ghinee il 7 Aprile a Leopardstown e poi decideremo se sarà il caso di andare a Newmarket. Dopo dovrebbe continuare la carriera in Australia”. Natalia, milanese trapiantata in Irlanda, ha vissuto una bella annata nel 2023 con 14 vittorie su 56 cavalli messi in pista, un gran bel miglioramento rispetto alla prima stagione del 2021 per farsi spazio in una terra complessa. “L’anno vissuto è stato davvero emozionante e stiamo lavorando con un numero di cavalli sempre crescente. Siamo una piccola scuderia ma abbiamo ambizione, ora con i 2 anni che sono la speranza per il futuro. Siamo entusiasti e carichi per questa stagione. Non solo i giovani ma la nostra punta tra gli anziani resta Dunum con il quale cercheremo di farci onore nell’Emerald Mile o nell’Irish Guineas weekend festival del Curragh, poi idealmente potremmo arrivare a correre al Royal Ascot con lui se tutto andrà bene”. 

By Redazione

Related Posts