Aste in USA: Obs March, top da $1.8M e fatturato da $66M. Fenomeno Win Win Win

Solo sabato scorso ad Ocala, durante i breeze che hanno preceduto le aste, una figlia di Win Win Win (Hat Trick) ha realizzato il tempo più basso sui 400 metri con un parziale di 20 secondi e 1/5. Nella giornata di giovedì è salita sul ring delle Ocala Breeders’ Sales Co. March Sale of 2YOs in Training, uno delle prime aste per i 2 anni che correranno nella stagione, ed ha realizzato il prezzo più alto della vendita spuntando la cifra di $1.8 milioni pagati dal broker Donato Lanni che ha agito per conto della Zedan Racing. La puledra in questione andrà in training da Bob Baffert, in California. 

Un successo che ha avuto un grande impatto mediatico perché è importantissimo per Ocala avere un top price presentato proprio dalla Ocala Stud, in una tradizione che dura dal 1958 quando venne lanciata la prima asta per i cavalli di 2 anni. Il papà di questa cavalla è appunto Win Win Win, figlio del Champion miler giapponese Hat Trick (Sunday Silence) padre, tra gli altri, anche di Dabirsim in Europa. Sta di fatto che Win Win Win, vincitore delle Forego States G1 a Saratoga, funziona proprio alla Ocala Stud per un tasso di monta di $5.000 ed è rappresentato da 55 cavalli di 2 anni e 40 yearlings. Lo scorso anno ha coperto un numero maggiore di fattrici, i dati parlano di 90, ed il suo giro di affari è in incremento. Chiaro molto dipenderà da quanto e cosa faranno i suoi figli in pista. IL VIDEO DEL BREEZE CLICCANDO QUI.

Questo per dire che la grande industria del purosangue fa circolare denaro, se spinta da investimenti e da un sistema funzionante in tutto e per tutto. Qui sotto una classifica particolare di stalloni padri di 2 anni che hanno generato un determinato fatturato, rapportato al tasso di monta.

Nella tre giorni di aste i numeri realizzati sono i seguenti: 853 cavalli in catalogo, offerti 597 con 446 venduti per un volume di affari di $66,437,600, in leggero calo di quasi il 6% rispetto ai $70.399.500 del 2023 quando erano stati venduti 449 cavalli. Cala la media a $148.963 (-5%) e cala anche il mediano a $75.000 (-6.3%). Quest’anno però sono stati 32 i cavalli sopra i $500.000 venduti rispetto ai 24 dello scorso anno e ben 5 hanno superato il milione di dollari di vendita. 

Le storie del breeze up riguardano anche e soprattutto quanto “burro” riescono a fare i cavalli da corsa passando da yearling a due anni, dopo queste aste. Un ottimo profit per esempio lo ha realizzato Herbert Guy che per un figlio di Omaha Beach (War Front) acquistato a Keeneland per $180.000, ha ricevuto una proposta accettata di $350.000. La prossima asta di OBS ci sarà ad Aprile, lo scorso anno il giro d’affari era stato di $90 milioni. Si parte da li.

Nell’asta presenti anche molti giapponesi, come al solito, e anche rappresentanti della Amo Racing. 

I RISULTATI COMPLETI LI TROVI CLICCANDO SU QUESTO LINK.

By Gabriele Candi

Related Posts