134° Premio Pisa: che cosa dice la storia della corsa. Trends, schede e dati

Tutto pronto per l’edizione numero 134 del premio Pisa in programma domani pomeriggio all’ippodromo di San Rossore e previsto per le ore 18. La corsa tutto sommato è ben riuscita il terreno sarà buono e il tempo bello ma è inutile girarci troppo intorno, il declassamento è un duro colpo per gli appassionati tutti ma soprattutto quelli pisani. Ma il Pisa rimane sempre il Pisa ed è una corsa che va oltre al montepremi o allo status. In questo post vogliamo dare più informazioni tecniche possibili, dai rating alle statistiche, dalle nostre quote ai trends mentre per il commento, i favoriti e le perizie di tutta la giornata vai a questo link.

Ecco i partecipanti per ordine di copertino:

LE STATISTICHE SONO DAL 1992 (vincitori/edizioni)

  • BLU NOTE (Blu Costellation) IPR 107 Sul tracciato è terzo sia di Criterium (1/29) che di Rook (3/33). Sara Spampatti proverà a superare l’unica jockette finita nel podio dagli anni 90, ovvero Jacqueline Freda (3a con Spyro nel 2000). Troverà andatura gradita ma un fondo contrario.
  • FLY BY FLY (Dark Angel) IPR 104 Non è molto piaciuto nel Rook ma precedentemente aveva vinto facilmente il Goldoni e vorrebbe imitare Golden Cavern, unico cavallo a vincere sia il Goldoni che il Pisa. Mario Sanna non è mai entrato nel podio di questa corsa. La famiglia Botti invece lo ha vinto varie volte.
  • MAJIN BU (Adaay) IPR 107 Secondo noi è il favorito tecnico della corsa perché nel Criterium ha perso da Melfi, probabile favorito di Parioli, e nell’Arconte è dietro solo allo stimato Touissant. Sebastiano Guerrieri proverà a migliorarsi dopo il secondo posto dello scorso anno con Blatant. Dario Vargiu on board che di Pisa ne ha già vinti tre.
  • MAN WITH THE PLAN (James Garfield) IPR 104 Se conta Majin Bu va da se che questo ex francese vincitore di Criterium Varesino è da tenere in grande considerazione. Dei vincitori della Listed giovanile varesina in due hanno poi vinto il Pisa: Timekeeper e War Declaration. I Bietolini sanno come vincere il Pisa mentre Pasquale Borrelli è già finito due volte sul podio in questa corsa.
  • MIDNIGHT MASK (U S Navy Flag) IPR 106 Le linee di Criterium e Arconte lo mettono dietro ma attenzione perché il portacolori Tanghetti questa volta troverà il terreno buono che potrebbe essere un fattore determinante per ribaltare le linee. Del team Cenaia ne abbiamo già parlato mentre Salvatore Sulas ha già vinto il Pisa (disputato a Firenze) ed è finito sul podio in altre tre occasioni.
  • MONTANAIR (Tamayuz) IPR 106 E’ la nostra personalissima scelta. Fresco, ottimo steccato e già tre cavalli, dagli anni 90, hanno vinto il Pisa finendo secondi nel Rook anche se non sarà per niente semplice vincere questa corsa alla sola terza corsa in carriera. Dario Di Tocco proverà ad emulare Alessandro Parravani, ultimo fantino pisano ha vincere la corsa nel 2002.
  • MR DARCY (Fa Ul Sciur) IPR 105 Dalle corse a vendere fino a giocarsi le suo buone possibilità nel premio Pisa. La prestazione nel Renzo Guidotti è sontuosa e dietro di se si è lasciato Muratone e The Broker, poi terzo di Gardone. Sfortunato con la gabbia di partenza, nessuno mai ha vinto dalla 11.
  • MURATONE (Mukhadram) IPR 108 Chi vince il Rook è sempre un protagonista nel premio Pisa anche se quest’anno la poule si è disputata sul terreno pesante e quindi tutto può cambiare. Lo steccato è ottimo e le preziose mani di Fabio Branca faranno il resto provando a vincere il suo quarto Pisa con uno dei più attesi.
  • OCEAN BAROQUE (Caravaggio) IPR 102 Il sogno di Ferruccio Giacobbe ha il manto grigio di questo importato irlandese quarto di Rook. Al momento è di difficile valutazione ma il suo official rating (85) lo metterebbe in corsa. E’ figlio di Caravaggio che insieme a Mukhadram hanno già dato un vincitore di Pisa (Amabile e Badram)
  • PENSOSO (Fascinating Rock) IPR 101 E’ la scelta di Francesca Turri e underdog della corsa. Dopo la bella vittoria nella maiden alle Capannelle i suoi limiti sono ancora imprecisati.
  • TENJAKU (Kantharos) IPR 107 Vincere sul tracciato è sempre cosa da non sottovalutare anche se il portacolori della Miami Ip potrebbe essere al limite con i metri. Dalla sua ha due interessanti statistiche: ha storicamente la gabbia migliore (la 5), ed è stato allevato in America come altri 6 cavalli vincitori di Pisa dagli anni 90. Forse perché Pisa è una pista è speed favourite ma questa teoria si poteva abbracciare sul chilometro e mezzo del tracciato vecchio. Sul miglio della pista grande, invece, la storia è cambiata. Probabile animatore della corsa.

(Attenzione: le quote sono puramente indicative secondo i nostri parametri e potrebbero non rispecchiare quelle che usciranno nei vari bookies la domenica mattina)

vincitori/partecipazioni ultime 33 edizioni

  • 12/33 Hanno partecipato precedentemente al premio Thomas Rook
  • 21/33 Non hanno corso il premio Thomas Rook
  • 7/33 Hanno vinto il premio Thomas Rook
  • 19/33 Hanno vinto la corsa precedente al Premio Pisa
  • 15/33 Non hanno vinto la corsa precedente al Premio Pisa
  • 28/33 Hanno corso precedentemente al Pisa in una corsa tra i 1500 e 1600 metri
  • 13/33 Il favorito ha vinto il Pisa
  • 15/33 Hanno vinto il Pisa cavalli tra il 2/1 e il 3/1
  • 9/33 Successivamente si sono piazzati nei primi tre posti al Premio Parioli
  • 16/33 Sono stati allevati in Italia
  • 6/33 Hanno avuto lo steccato 5
  • 8/33 Hanno avuto lo steccato sotto al 5
  • 19/33 Hanno avuto lo steccato sopra al 5

JOCKEY

Oltre a Salvatore Sulas, che ha vinto l’unica edizione del Pisa disputata a Firenze in sella a Lord Bay, solo Fabio Branca e Dario Vargiu hanno vinto la corsa degli 11 fantini che parteciperanno all’edizione numero 134. I due jockey sardi hanno un buon feeling nella corsa ed ecco la loro cronologia:

ANNOFABIO BRANCADARIO VARGIU
20009° DAUNO
20011° LUPESCO
20022° POLYCAR
20039° BALKENHOL
20053° NAFKA
20061° MAGIC BOX3° MY PENSION
200711° LADAK6° WALHARER
200810° CALCIOBALILLA2° CIMA ON FLY
20092° DESERT CRY
201111° BILLY BUD
20124° STRATEGIC GAME3° LUI E LA LUNA
20145° LAGUNA DRIVE
20151° CLOCKWINDER
20164° VOICE OF LOVE
20177° OPININON MAKER
20182° VILLABATE
20197° DRAGONHEART1° OUT OF TIME
20201° BADRAM11° COOL AND DRY
20217° FAVORITO
20222° BAHJA DEL SOL
20231° AMABILE

ALBO D’ORO PREMIO PISA

By Perizio

Related Posts